Commemorazione della Nakba

Io non potrei andare alle manifestazioni secondo contratto. Ma in Palestina è difficile distinguere tra marcia, manifestazione,atto dimostrativo e semplice raggruppamento di persone. E il giorno della Nakba è impossibile non scendere in piazza assieme al popolo palestinese contro la politica israeliana, il muro dell’Apartheid, le colonie.

Così sono andata con alcuni amici ad al-Walaje, un piccolo villaggio a pochi chilometri da Betlemme, un villaggio che come dicono i suoi abitanti costituisce un microcosmo della Palestina perchè quotidianamente deve lottare contro i coloni, contro i lavori del muro di Separazione e contro la costruzione di una by pass road. Trecento persone di tutte le età e di tutte le nazionalità, donne, bambini, ragazzini, sventolavano bandiere ed intonavano cori, tenendo nelle mani le chiavi delle vecchie case, simbolo del loro stato di rifugiati.

La manifestazione era pacifica, io sono rimasta con gli ultimi, avevo paura che l’esercito che ci ha sbarrato la strada prima che raggiungessimo la Linea Verde reagisse con violenza e crudeltà contro di noi. E così è stato….tre palestinesi sono stati arrestati senza motivo, e sono stati lanciati lacrimogeni e bombe sonore, anche contro anziani e bambini. Senza pietà.

Pian piano sono scappata, mentre i lacrimogeni si diffondevano nell’aria ed iniziavano a far lacrimare gli occhi. Bambini con cipolle in mano soccorrevano i loro amici che tossivano e facevano fatica a respirare.

Ho lasciato il villaggio prima che l’esercito circondasse l’area ed entrasse in al-Walaje, lanciando gas lacrimogeno nelle case e perquisendo alcune abitazioni. §Quattro miei amici mentre stavano facendo ritorno verso Betlemme sono stati bloccati ad un check point improvvisato e sono stati arrestati.

Questo è lo stato palestinese che verrà riconosciuto a settembre. Uno stato che per più del 50% è sotto il controllo militare di Israele.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...