Tra gli olivi, in Palestina

Non pensavo che raccogliere le olive fosse così faticoso dal punto di vista fisico. Quando osservavo i contadini allungare le mani verso l’alto, come se accarezzassero i loro alberi, quando li vedevo salire sulla cime degli olivi e staccare i frutti con delicatezza e passione, quando vedevo gli anziani lavorare la loro terra anche per 12 ora di fila, mi ero immaginata che per raccogliere le olive non servisse un grande sforzo fisico. Invece mi sbagliavo, completamente. Non è per niente facile arrampicarsi sugli alberi, raggiungere le olive sulle cime degli alberi, cercare di raccogliere anche quelle nascoste tra il verde delle foglie.

Eppure dopo due giorni di raccolta, nel villaggio di Burin, vicino a Nablus, ho capito la bellezza di questi gesti, la magia dello stare per ore su un albero, del vedere il mondo da un’altra prospettiva, di passare le giornate in mezzo alla natura, cantando, chiacchierando, parlando di politica e di Palestina. E ascoltando il rumore delle olive cadere sul telo sottostante, un rumore che mi ha ricordato il ticchettio della pioggia su una tenda….toc, toc, toc.

Abu Rabi'e nel suo campi di olivi

“Non c’è cosa più bella che stare nella mia terra con i miei olivi” mi ha raccontato Abu Rabi’e, un signore di mezza età col quale abbiamo condiviso due giornate emozionanti. Mi parla mentre con lo sguardo osserva un campo arido, bruciato, i suoi occhi fanno trasparire i sui pensieri. “ Solo due mesi fa i coloni hanno dato fuoco a più di 200 olivi; molti erano di mia proprietà. E’ sempre così….cosa dobbiamo fare?”. E ricomincia a lavorare nei suoi campi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...