Il confine col Libano, dall’altra parte

Il piccolo kibbutz di Misgav Am sorge nel nord di Israele, sulla cima di una delle più elevate colline dell’area. “Questo posto lo conoscono solo i locali, c’è un punto di osservazione dal quale ti sembrerà di essere in Libano” mi dice entusiasta Karame. Entriamo nella gate community di Misgav dopo aver superato un cancello che ci viene aperto da una di guardia di sicurezza israeliana.

La barriera di confine e al di là i primi villaggi libanesi

Dall’alto ammiriamo un panorama spettacolare: a pochi metri da noi il confine, una rete metallica nemmeno troppo alta, e al di là, a meno di cento metri, sorgono le prime case libanesi. “Da qui col cannocchiale posso persino vedere all’interno di quelle abitazioni laggiù” esclama entusiasta il mio amico siriano.

Rimaniamo in silenzio per lungo tempo, il mio sguardo segue le vicine auto al di là della linea di frontiera, osserva le alte colline libanesi che pian piano si trasformano in vere e proprie montagne e si perde all’orizzonte….fino ad intravedere, in lontananza, la città di Tiro che si protende verso il mare, il mar Mediterraneo. Solo un anno fa ero dall’altra parte, nel villaggio libanese di Bint J’bail, nella città di Tiro, nelle montagne Chouf ed osservavo con stupore e meraviglia quei campi coltivati e quelle case dai tetti rossi che sorgevano al di là del confine. Una linea di frontiera, la Blue Line che è stata stabilita dal 2000 dall’ONU dopo il ritiro delle truppe israeliane dal sud del Libano.

Confine tra Libano ed Israele e sullo sfondo Tiro ed il mar Mediterraneo

“E’ davvero incredibile come un confine così artificiale posso dividere due popoli e due terre. Ogni volta che vengo qui penso che Beirut è a meno di 200 chilometri e che quelle auto che sfrecciano su quella strada davanti a noi, in sole due ore possono raggiungere la capitale libanese…..mentre noi siamo al di qua della linea e non potremmo mai oltrepassarla” sospira Karama mentre il suo sguardo si perde in pensieri e ricordi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...