Verso Est

Jordan-Zarqa-2Secondo giorno dell’anno. E’ ancora presto quando attraverso il confine palestinese ed entro in Giordania per il ponte di Allenby. La bandiera israeliana cede il passo alle gigantografie di re Abdallah. Il sole forte e caldo mi coglie impreparata. Abbraccio i miei amici venuti a prendermi al confine e ripartiamo velocemente. Direzione Zarqa, la terza città della Giordania, a nord di ‘Amman. Saliamo, torniamo al livello del mare e poi ancora su, fino a 700 – 800 metri. E’ così che inizia la nostra avventura, alla scoperta di volti e storie dei rifugiati siriani scappati dalla guerra.

In auto, a guardare il mondo esterno dal vetro di un finestrino. Nelle case, in salotti bui ed affollati, ad ascoltare increduli e sconvolti, i racconti di persone che hanno visto la morte coi loro occhi. Alla scoperta di una Giordania segreta, che nasconde storie terribili all’interno di quartieri ed edifici anonimi. Racconti di morte e distruzione, di massacri e terrore, di paura ed angoscia. E’ così che vivono molti siriani che hanno trovato rifugio in Giordania. Seduti in case spoglie ed essenziali, senza lavoro, senza soldi, senza più avere un luogo dove andare, una casa dove vivere. Costretti a ripartire da zero, in una città che non conoscono, col sogno irrealizzabile di poter tornare, un giorno in Siria. Nella Siria di un tempo che ahimè non esiste più.

E’ così, con queste storie, che è iniziato il mio viaggio in Giordania.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...