Il Cairo Fatimide

cairo old city

Stato d’animo: rilassata

Nuove parole: hekada, che si usa per tutto, così, di qua, in questo modo. Ma perchè gli egiziani si mangiano tutte le parole?

Incontri del giorno: non registrati, solo un signore che voleva vendermi delle scatoline di madreperla ma nemmeno troppo insistente. E mi ha fatto pure fare un bel giro nella Cairo fatimide.

Nuove esperienze: ho finalmente mangiato il famoso koshari, della pasta scotta insipida mischiata a del riso altrettanto insipido con qualcosa di incomprensibile sopra. Una scodellona enorme per meno di cinquanta centesimi di euro. Di sicuro il miglior rapporto prezzo-carboidrati.

Cose viste: la Cairo medioevale, un dedalo di viuzze caotiche e rumorose. Semplicemente favolosa.

Progetti futuri: evitare Piazza Tahrir, è proprio angosciante. Domani ad Alessandria d’Egitto da amici italiani conosciuti in Siria e Palestina. Giusto perchè il mondo è piccolo.

Annunci

Una risposta a “Il Cairo Fatimide

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...