Scelte coraggiose

Venezia

Questa mattina sarei dovuta arrivare ad Amsterdam. Ma ho deciso di perdere il volo. Anzi i voli. Sharm – Milano e Milano – Amsterdam. Non è stato molto difficile a dire il vero. Non avrebbe avuto senso andare ad Amsterdam per una settimana a trovare un mio amico che non era lì e poi volare nuovamente in Tunisia. Attraversare due volte le Alpi, fare per due volte il ritorno in Europa. No, grazie. Ne farò uno solo e già ho paura. Forse stavolta non sarà solo un ritorno-partenza, forse stavolta dovrò stare in Italia, a Venezia, per qualche mese. Ce la farò?

Ci pensavo in questi giorni al Cairo mentre sorseggiavo zuccheratissimi tè nei caffè della capitale parlando di politica con dei giornalisti egiziani; ci pensavo mentre camminavo per la strade trafficate ed inquinate di questa metropoli, mentre mi intrufolavo all’interno di polverose librerie alla ricerca di libri introvabili in Italia. Ho paura di tornare in Italia. Tanta. Sarò la solita pecora nera, forse ancora più nera del solito. Non so se riuscirò a condividere quel che ho vissuto in Medio Oriente coi miei amici che in questi posti non ci sono mai stati o forse ormai hanno solo un ricordo sbiadito e idilliaco. Ma in qualche modo dovrò adattarmi, o meglio riadattarmi ad una realtà che già qualche anno fa mi stava stretta e scomoda. Tornerò a vivere a casa coi miei, senza capire bene che fare. Ovviamente cercherò un lavoretto ma mi sa che non ho proprio idea dello stato in cui si trova l’Italia al momento. Della perdita di speranza e di prospettive future. A parte una settimana folle a settembre in cui ho visto solo amici palestinesi, io in Italia non ci torno da 15 mesi. E a Venezia non ci vivo stabilmente da quasi sei anni. Oddio.

Certo sarà una bella sfida, e non so se ora mi sento così coraggiosa. Forse il coraggio non si vede nel partire per luoghi lontani, nel viaggiare da sola in Medio Oriente, nell’andare a scoprire culture e realtà differenti. Mi sa proprio che il coraggio si vede in questi momenti di ritorno, nel riadattarsi alla realtà di appartenenze senza rifuggirla ma cercando in qualche modo di portare piccoli ma graduali cambiamenti dall’interno….ormai mancano meno di due settimane, ed è inutile fuggire o tirarsi indietro. Anche se in questi giorni la tentazione di comprare un volo Tunisi – Cairo è fortissima. Ma so che stavolta non lo farò.

Annunci

3 risposte a “Scelte coraggiose

  1. Anna, hai intuito bene.. ci vuole più coraggio a tornare che a partire. Un abbraccio.

  2. eh si amica mia….ti capisco completamente!!!
    quello che posso dirti è NEVER GIVE UP 🙂 e la forza sia con te..

  3. Ciao, se può aiutarti, io non ti conosco se non per i tuoi post, ma posso dirti che ora che torni, non sei la persona che era partita… Da lì si comincia… Ora che torni in Italia magari capiterà l’occasione di conoscerci di persona, io e mia moglie siamo di Verona, non è distante da Venezia. Mi piacerebbe sentire un pò di racconti freschi di Medio Oriente. In bocca al lupo!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...